Rieducazione Comportamentale


Lo specialista della rieducazione è un Educatore cinofilo con esperienza pluriennale, adeguata preparazione nel settore e si occupa di fornire, consulenze in merito alle tematiche legate al comportamento del cane nei diversi contesti di vita, nonché della elaborazione di percorsi rieducativi dei cani che, per cause non riconducibili a patologie organiche in atto, presentano gravi disagi comportamentali influenti sulla qualità della vita loro e del contesto umano in cui sono inseriti.

La SICS offre la possibilità di provare a risolvere i problemi di comportamento di tutti quei cani che ne avessero necessità.

Paure: Il cane può presentare diversi comportamenti legati alla paura come la fuga, l’immobilità o l’aggressione. Se i comportamenti di paura non sono motivati da un’oggettiva situazione di pericolo possiamo parlare di comportamento patologico. Le paure patologiche sono comunemente legate a fobie (se la paura ha un motivo scatenante ben identificato) o ansie (se qualsiasi stimolo non conosciuto la scatena). Alla base possono esserci dei disturbi dello sviluppo comportamentale che hanno causato un carattere “fragile”, traumi, disturbi della comunicazione o altro.

Aggressività: Spesso i comportamenti aggressivi (che non implicano esclusivamente il morso ma anche ringhi e abbai) possono avere diverse cause: paura, competizione, irritazione, eccitazione, incapacità di controllo del morso, mancata socializzazione ecc.. Riveste una notevole importanza comprendere che tali comportamenti non si possono semplicemente far risalire alla razza, ma che le motivazioni alla base sono multi-fattoriali, legate, spesso, alla storia del singolo cane (soprattutto al suo sviluppo comportamentale).

Ansia da separazione: con questo termine s’intendono una serie di comportamenti (abbai, ululati, distruzioni di oggetti o di porte e finestre, urinazioni o defecazioni in casa) attuati dal cane in assenza del proprietario. Le cause in verità possono essere sì legate a disturbi ansiosi ma anche a disturbi competitivi, deficit di autocontrollo, frustrazione.